ricevi qa sulla e-mail: ISCRIVITI
cerca articoli
parole chiave
Dal
Al
Autore

immagine dell'articolo

Due società olandesi finanziano il restauro di due fontane di Roma

Red

Due splendide fontane di Roma, la Fontana delle Api e di Viale Tiziano, saranno portate a bnuovo splendore grazie al finanziamento di aziende olandesi. La scelta delle fontane anziché altri beni non è casuale, ma sicuramente dettata dai danni che furono arrecati dai tifosi olandesi del Feyenoord alla fontana della Barcaccia di piazza di Spagna il 19 febbraio 2015.

Il cantiere, avviato nella scorsa settimana, della famosa fontana a forma di conchiglia con l’ape, simbolo dei Barberini , fu ideata da Gian Lorenzo Bernini su commissione di Papa Urbano VIII è situata oggi su via Veneto in prossimità di piazza Barberini; mentre, in questi giorni, partirà anche il cantiere della Fontana di Viale Tiziano.

L’importo complessivo dei due interventi è stimato in oltre 100mila euro.

Per la Fontana delle Api, il cui ultimo restauro risale al 2000, la durata dei lavori è stimata in circa 60 giorni e prevede la pulitura delle superfici, il consolidamento delle fessure, la realizzazione di nuove stuccature, il trattamento protettivo della pietra e la revisione dell’impianto idrico. Più complesso e più lungo l’intervento di ripristino per la Fontana di Viale Tiziano per la quale sono previsti almeno 240 giornate di lavoro anche perchè non ha mai subito un vero e proprio intervento di restauro dall’epoca della sua costruzione. Il monumento inoltre, nella notte tra il 6 e il 7 marzo 2015, in seguito a un violento temporale, è stato danneggiato dalla caduta di grande pino marittimo che ha investito in pieno l’area della fontana, demolendo porzione della seduta circolare e gran parte del balaustro centrale del manufatto.

I restauri, sotto la direzione scientifica della  Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali di Roma, saranno curati dalle società olandesi specializzate nel restauro archittetonico: Meesters In e la Koninklijke Woudenberg, famose per il restauro del Rijksmuseum ad Amsterdam ed il Mauritshuis a l’Aja; si avvarranno della collaborazione con la società romana CBC, una ditta italiana famosa nell’ambito del restauro dei beni culturali. Il catino centrale e parte del fusto della fontana, non recuperabili, saranno ricostruiti in Olanda sulla base della documentazione esistente.