ricevi qa sulla e-mail: ISCRIVITI
cerca articoli
parole chiave
Dal
Al
Autore

immagine dell'articolo

A Milano “Tourism act”, gli stati generali del turismo lombardo

Martedì 14 novembre a Milano a Palazzo Lombardia, si terranno gli stati generali del turismo lombardo “Tourism act” che vedranno assieme il top management dell’attrattività e dell’accoglienza, operatori e stakeholder, le associazioni, le istituzioni e i protagonisti del settore per disegnare il futuro del turismo Made in Lombardia. E’ assicurata la presenza del ministro Dario Franceschini.

La giornata inizierà con il lavoro dei tavoli tematici, tra cui turismo enogastronomico, culturale e religioso, cicloturismo e formazione, che metteranno a confronto più di 200 professionisti.  Dai panel della mattina emergeranno le priorità programmatiche e le linee di indirizzo, che saranno discusse successivamente nella sessione plenaria pubblica con 500 operatori moderata dal giornalista Nicola Porro.

L’evento proseguirà con uno showcooking e la degustazione di prodotti enogastronomici lombardi, mentre il pomeriggio sarà interamente dedicato alla formazione degli operatori con 12 differenti Workshop, a cui si sono già iscritti oltre 500 partecipanti. Le opportunità formative riguarderanno: Ecosistema Digitale Turistico; L’Importanza del Brand; Food Meets Tourism; Comprendere i viaggiatori: BigData for Dummies; Turismo oggi: bisogni, reputation e mercati; Come creare una nuova destinazione turistica; Social Media Marketing; Prodotti esperienziali e servizi; Culto dell’Accoglienza; inLOMBARDIA, promuoversi insieme; Tavolo Giovani #Internazionale. Turismo: nuove idee per nuovi modi di viaggiare.

L’assessore allo Sviluppo economico Mauro Parolini, presentando l’iniziativa, ha sottolineato “come la Lombardia sia riuscita negli ultimi anni ad esprimere finalmente tutta la sua vocazione turistica. Il turismo continua infatti a crescere nei numeri e nella qualità dell’accoglienza e della promozione, ma soprattutto, grazie all’accelerazione che abbiamo impresso nel corso della legislatura, si è affermato come asset primario di sviluppo del nostro sistema economico all’interno di un mercato che offre grandi opportunità di sviluppo”. “Questo successo – ha continuato l’assessore – è solo un punto di partenza di un cammino che vogliamo compiere in modo condiviso insieme ai protagonisti del settore: il nostro obiettivo è quello di diventare la prima regione italiana anche in questo ambito e momenti di confronto così importanti e qualificati come quello del Tourism Act ci aiutano a mettere le basi per raggiungerlo”.