ricevi qa sulla e-mail: ISCRIVITI
cerca articoli
parole chiave
Dal
Al
Autore

immagine dell'articolo

Studiare restauro a Venezia per nuove opportunità professionali

È aperta a 25 frequentanti, sia laureandi che professionisti, e partirà dal gennaio 2018 la Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio (SSIBAP) proposta dall’Università Iuav di Venezia.

La Scuola, di durata biennale, è progettata per formare specialisti e professionisti altamente qualificati nel campo del restauro e della tutela del patrimonio architettonico e del paesaggio. La sua istituzione colma una lacuna importante in una città come Venezia, che costituisce un laboratorio ideale per il dibattito e la riflessione sul restauro, dove sviluppare esperienze esportabili anche nel territorio nazionale e internazionale.

Nel corpo docente figurano alcuni fra i più importanti studiosi delle discipline del restauro, della conservazione e della progettazione: il direttore della Scuola, Mario Piana, Proto di San Marco, ha progettato e diretto numerosi interventi di restauro a Venezia, fra i quali Palazzo Grimani, la Chiesa e il Campanile dei Frari, la facciata sud e la Stanza del Tesoro della Basilica di San Marco, Santa Maria della Salute. Eugenio Vassallo ha diretto, tra gli altri, i restauri della Basilica Palladiana di Vicenza e lo Spedale degli Innocenti di Firenze; Paolo Faccio e Anna Saetta sono fra i massimi esperti in rischio sismico del patrimonio culturale; Lorenzo Lazzarini ha fondato il LAMA - Laboratorio di Analisi dei materiali Antichi Iuav, unico in Italia e punto di riferimento internazionale nel settore; Renata Codello è direttore del Segretariato Regionale del MIBACT per il Veneto; Andrea Alberti è soprintendente alle Belle arti e Paesaggio per le province di Venezia, Belluno, Padova e Treviso.

La Scuola offre nuove e qualificate opportunità professionali: alla sua conclusione rilascia il diploma di Specialista, titolo richiesto nei recenti concorsi nazionali e internazionali banditi da INIVITALIA che hanno per oggetto il patrimonio pubblico vincolato; è inoltre titolo indispensabile per partecipare ai concorsi per funzionari del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Gli iscritti potranno avvalersi dei laboratori Iuav, altamente specializzati in diversi campi come l'analisi dei materiali antichi, la scienza delle costruzioni e l'antisismica, la fotogrammetria e gli impianti.

Sede della Scuola è il prestigioso Palazzo Badoer, che ospita anche la Scuola di Dottorato Iuav, convegni, conferenze e seminari dell’Ateneo ed è un importante punto di riferimento culturale per la città.

Le iscrizioni si chiudono il 27 novembre prossimo.